Il nuovo sito della Federazione Ciclistica Italiana Comitato Regionale - La Voce del Ciclismo in Calabria

velosystem home

Al Giro d'Italia 2016 con Gianni Passarelli

PassarelliGiro2016

Mancano pochi giorni alla partenza del Giro d'Italia 2016. Per la 12°volta dall’estero.
Da Apeldoorn nei Paesi Bassi a Torino, lungo 3.383 km e 21 tappe. È il Giro d'Italia 2016, la 99esima edizione della corsa rosa targata Gazzetta-Rcs Sport (6-29 maggio). Che è composto da due crono individuali (prima e nona tappa), una cronoscalata (15esima tappa), quattro tappe di alta montagna, sette tappe di media montagna, sette tappe per i velocisti, 42.200 metri di dislivello complessivi.
Dopo il via dall’Olanda, con una crono individuale e due tappe piatte, si ripartirà da Catanzaro.
Anche quest'anno la Corsa Rosa parlerà Calabrese, oltre che per le due tappe svolte in Calabria, anche per al presenza di uno dei Giudici Nazionali italiani più titolati nel panorama ciclistico. In 16 anni Gianni Passarelli ha disputato 6 Giri di Italia, una Vuelta, oltre ad innumerevoli corse professionistiche di prestigio .
Lo scorso anno iniziò la stagione con il Dubai Tour, per disputare poi la Tirreno Adriatico, il Giro d'Italia Donne e il Val d'Aosta, concludendo con il Giro di Lombardia.
Quest'anno il primo appuntamento importante è stata la Milano - Sanremo.
In una breve intervista telefonica Passarelli ha dichiarato: "non ho avuto mai la fortuna di una tappa in casa, ma quest'anno ci passerò vicino, una cosa che non mi era capitata nelle ultime due edizioni in cui avevo prestato servizio (2012 e 2014)".
Una curiosità. Ogni qualvolta Passarelli viene designato, il Giro parte dall'estero. Nel 2012 Danimarca, nel 2014 Irlanda, nel 2016 Olanda. Sarà un caso? Evidentemente si è specializzato in partenze dall'estero!
In ogni caso quello che inorgoglisce è la presenza di un nostro conterraneo in un evento così importante dal punto di vista mediatico e sportivo. Da Castiglione Cosentino ad Apeldoorn!
La FCI Calabria fa i complimenti a Gianni, augurandogli di svolgere il suo lavoro al meglio, con professionalità e serietà come ha sempre fatto.

Leggi tutto...

Allerta strade dissestate nella Provincia di Cosenza

  • Pubblicato in Rubriche

 Strade Dissestate

In redazione sono  arrivate diverse segnalazioni in questi giorni, relative ad un divieto alquanto singolare che si stà espandendo a macchia d’olio su molte strade della provincia di Cosenza.

Si tratta di un divieto di transito per cicli e motocicli su strade che, a causa di un manto stradale non più in buone condizioni, non permette il transito in sicurezza di questa tipologia di veicoli.

Da qualche giorno fa, infatti, la Strada Provinciale 263 dal km 79 al km 83+400 è interdetta al transito di cicli e motocicli. Praticamente da Firmo a Castrovillari risulteranno fuorilegge tutti coloro i quali verranno beccati in sella alle due ruote. I cartelli stradali con tanto di marchio della Provincia e sono già stati esposti. La questione, oltre a creare imbarazzo negli uffici della provincia cosentina, ha suscitato grande ilarità e sfottò sui social.

Qualche amministratore locale ci scherza su, avendo scoperto da stamane che se si reca in ufficio in motorino è a rischio di multa.

Come dirlo inoltre a tutti i cicloamatori del Pollino che proprio in zona spesso si accingono a compiere ampi giri panoramici?

Meno male che l'ordinanza sia arrivata dopo la 1° Marathon degli Aragonesi. Altrimenti ci sarebbe stata una carovana di fuorilegge che forse sarebbe stata scambiata per un gruppo di protestanti ciclisti contro la Provincia di Cosenza ed i suoi funzionari non amanti delle due ruote.

L'ordinanza è stata emanata inquanto il manto stradale non consentirebbe alle due ruote di muoversi in sicurezza. Ma se fosse così, allora toccherà chiudere quasi tutte le arterie della Provincia di Cosenza che non sono certo in buono stato.

Intanto tanti appassionati ciclisti e motociclisti sono innervositi da quanto stà accadendo, accusando la Provincia di non essere in grado di gestire la manutenzione delle strade, e minacciando in alcuni casi di non pagare più il bollo della moto.

Ci auguriamo che la situazione possa risolversi al più presto nel migliore dei modi.

Leggi tutto...

SILARONDA MARATHON UNA ULTRA TRAIL MARATHON SULLA SILA

  • Pubblicato in Rubriche

Sila Iron

La Silaronda Iron si svolgerà nel cuore dell’altopiano della Sila, con l’organizzazione del Mountain Bike Sila.

L’itinerario misura 101 chilometri e 2.700 metri di dislivello da percorrere in un solo giorno, domenica 10 agosto.
L’evento si rivolge chiaramente ad appassionati di giri estremi, preparati e con una certa confidenza con le lunghe distanze.

Il tracciato si svolgerà nel cuore della Sila grande, si partirà da Camigliatello, passando da Croce Magara, Spirito Santo, Strada delle vette, Monte Botte Donato, lago Arvo, Caporosa (Lago Ampollino), Montenero, Colli Perilli, Monte Palombelli, Lago Arvo, Lorica, Monte Botte Donato, Croce Magara, Camigliatello, tra sentieri, strade bianche e single track con tratti anche a spinta! Il tracciato è creato dall'esperienza di anni di giri in Sila, è da considerare estremo per via delle distanze e dei dislivelli, ci saranno indicazioni sul percorso da seguire e verrà fornita una traccia gps.

Chi coglierà questa sfida si cimenterà sull'intero tracciato cercando di impiegare il minor tempo possibile. Il partecipante sarà solo e dovrà gestirsi quasi in completa autonomia, ci saranno pochi punti di sosta e assistenza da parte dell'organizzazione, quindi il biker dovrà risolvere autonomamente ogni inconveniente. Sara ovviamente garantita assistenza medica e saranno predisposti due ristori sul percorso.

La partecipazione all'evento prevede l'iscrizione obbligatoria, on line dal sito, tessera associativa obbligatoria per motivi di copertura assicurativa".

Link informativi:
Sito internet: http://www.mountainbikesila.org/silaronda-iron.html
Facebook: https://www.facebook.com/silaronda
Video Promo: https://vimeo.com/91940757

SilarondaIron
www.mountainbikesila.org

Leggi tutto...

Il Presidente Antonio Pagliara conclude il suo Tour nazionale in Calabria

 Acconia 1

Si è concluso ieri, domenica 6 aprile 2014, il tuor nei vari convegni regionali italiani, del neo Presidente della Commissione Nazionale dei Giudici di Gara, Antonio Pagliara.

L'incontro svoltosi a Acconia, in provincia di Catanzaro, presso l'hotel Gullo, ha visto la presenza, oltre che del Presidente Pagliara anche del Presidente Regionale Calabrese Salvatore Dionesalvi, della commissione regionale calabrese Giudici di Gara, composta da Gianni Passarelli, Gaspare Perri e Tonino Nigro, nonchè di gran parte dei giudici regionali, e del Giudice Nazionale UCI Antonello Di Cello. All'incontro erano inoltre presenti le C.R.G.G. della Puglia e della Basilicata.

Acconia 2

Dopo i saluti del Presidente Dionesalvi, è intervenuto Gianni Passarelli, il quale ha mostrato un interessante resoconto statistico sulla stagione ciclistica relativa allo scorso anno ed i risultati positivi ottenuti dai diversi collegi di giuria, dimostrando che la Calabria offre persone qualificate ed estremamente professionali. Inoltre ha introdotto gli argomenti principali che Pagliara avrebbe dibattuto nel suo intervento. Passarelli al termine dell'invervento ha lasciato la parola al Presidente della Commissione Nazionale, il quale ha spiegato con chiarezza quelle che sono le nuove normative introdotte dalla sua commissione, giudicate rivoluzionare sotto molti aspetti.

Acconia 3

In primis appare evidente la volonta di svecchiare il sistema, non rottamando necessariamente le persone, bensì i concetti legati ad un ciclismo antico e superato, che non può più reggere il passo con il ciclismo moderno. Da ciò l'introduzione di due nuove figure: il giudice cadetto ed il giudice regionale elite.

Nel primo caso si tratta di ragazzi di età compresa tra i 16 ed i 18 anni, che potranno seguire il corso di giudice regionale e tesserarsi, svolgendo da subito l'attività di giudice in gare per giovanissimi ed esordienti regionali. Nel caso invece del giudice regionale elite, si tratta di giovani, con almeno 2 anni di anzianità nella categoria ed inferiore ai 40, particolarmente capaci, che potranno svolgere servizio anche in gare nazionali, ad essi, fino ad oggi, precluse. Per quanto riguarda il settore amatoriale, si è portato a conoscenza del documento che da quest'anno, ciascun ciclista non FCI, dovrà firmare all'atto dell'iscrizione alla gara, con il quale si assume la responsabilità e dichiara di non avere subito squalifiche o problemi legati al doping.

Infine si è sottolineata la volontà di riprendere gli incontri nazionali dei giudici di gara, ritenuti fondamentali per la crescita del settore, e per affrontare dubbi o quesiti che ciascun referente regionale vorrà portare all'attenzione della Commissione Nazionale. Al termine del dibattito, è stata consegnata al sig. Carmelo Airano Commissario Nazionale UCI, giunto al suo settantesimo compleanno, una spilla in oro, in segno di riconoscimento da parte della FCI per il lavoro svolto con passione e professionalità, in più di quarantanni dedicati al ciclismo.

Acconia 5

Nel pomeriggio, sempre nel comune di Acconia, a poca distanza dall'hotel Gullo, si è dato il via nel migliore dei modi alla stagione 2014 in Calabria. Si è svolta infatti una divertente gara riservata alla categoria Giovanissimi, alla quale hanno preso parte tanti bambini, entusiasti di sfidarsi in sella alla propria bicicletta. Al termine della manifestazione, la Presidente dell'Associazione Culturale Duna d'Acquania, l'Arch. Francesca Calabrese, ha premiato tutti i partecipanti, regalando un sorriso sia ai bambini che ai genitori.

Acconia 6

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Ultime Notizie