Il nuovo sito della Federazione Ciclistica Italiana Comitato Regionale - La Voce del Ciclismo in Calabria

velosystem home

Alla Coppi e Bartali con Gianni Passarelli

Archiviata la Settimana Coppi e Bartali, la stagione ciclistica professionisti entra sempre più nel vivo.

Anche la Calabria ha dato il suo contributo a questa importante settimana ciclistica internazionale, con uno dei migliori Giudici di Gara in campo nazionale, Gianni Passarelli. Dopo Antonello di Cello alla Milano-Sanremo è il turno di Gianni. Lo abbiamo appena ascoltato al ritorno in Calabria, il quale stanco, ma estremamente disponibile come sempre, non ci ha negato una breve intervista.

Ovviamente siamo tutti curiosi di scoprire qualche interessante retroscena di una delle corse più belle disputate in Italia.

Gianni Passarelli Giro d'Italia

Francesco: ben tornato in Calabria, Gianni. Raccontaci com'è andata questa Settimana Coppi e Bartali, e soprattuto se ti sei divertito?

Gianni: ciao Francesco. Un saluto a tutti i lettori, agli appassionati di ciclismo, e soprattutto a tutti coloro i quali amano il ciclismo, ed in Calabria ce ne sono davvero tanti.

La settimana Coppi e Bartali é andata benissimo e mi son divertito... come sempre d'altronde. Non poteva che essere così, visto che il nostro è principalmente un hobby, ed il giorno in cui non dovessi divertirmi più smetterò immediatamente.

Francesco: da Direttore di Corsa, ti faccio subito una domanda tecnica. Organizzazione e livello manifestazione nel suo complesso come ti sono sembrati?

Gianni: Il Gs Amici è fra i migliori se non il migliore organizzatore di gare oggi in Italia, il livello dei partecipanti era buono nonostante la contemporaneità di altre manifestazioni importanti in altre parti del mondo.

Francesco: purtroppo in questo inizio di primavera, il meteo non è stato affatto dei migliori. Come sono state le condizioni climatiche nell'arco della settimana?

Gianni: Tutto sommato il tempo è stato clemente ...tranne che nell'ultima tappa dove abbiamo preso pioggia dall'inizio alla fine, oltre che a tanto freddo!

Francesco: Qual'è stata la giornata più difficile, e quella che maggiormente ti è piaciuta?

Gianni: La più difficile l'ultima, viste le condizioni climatiche! La più impegnativa e secondo me anche la più bella è stata la 3° tappa con arrivo a Piane di Mocogno, località a 1300 mt di altitudine dove abbiamo trovato ancora tanta neve!

Francesco: abbiamo visto in TV tante immagini spettacolari. Quali ricordi ti restano principalmente di questi giorni?

Marino VignaGianni: durante questa settimana ho avuto modo di chiacchierare un pò con un grande personaggio del ciclismo, Marino Vigna; Campione Olimpico a Roma 60, che tra le altre cose mi ha raccontato di quando venne in ritiro in Calabria (ad Altafiumara di Villa San Giovanni) con la Faema, nel 68-69, lui era il DS, squadra in cui militava Merckx... che si divertiva a staccare gli altri compagni sulla Limina e sul S. Elia di Palmi!

Francesco: prima di concedarti e lasciarti alla tua famiglia, un'ultima domanda. Quale sarà il tuo prossimo impegno ciclistico?

Gianni: prossimi impegni 27 e 28 aprile Gran Premio Larciano e Giro di Toscana, sempre per Professionisti.

 

Grazie a Gianni Passarelli. L'appuntamento è alla prossima intervista.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Ultime Notizie