Il nuovo sito della Federazione Ciclistica Italiana Comitato Regionale - La Voce del Ciclismo in Calabria

velosystem home

Giovedì, 18 Aprile 2013 20:51

Ciclismo: un grande sport, parla Francesco Gatto

Vota questo articolo
(0 Voti)
Francesco Gatto Francesco Gatto

Vi siete mai domandati perchè vi piace il ciclismo? Perchè nonostante si facciano tanti sacrifici, e nonostante si corrano tanti pericoli sulla strada, la passione per questo sport è ancora più forte?
Sono certo che ciascuno di noi avrà una sua risposta. Ma alla base di tutto c'è qualcosa di molto importante. Forse il ciclismo non è soltanto uno sport. Non si sceglie di fare il ciclista per soldi. Il ciclismo è uno stile di vita, e coloro i quali lo praticano sono orgogliosi di questo.
Il ciclismo è un grande sport. Da giovani, ci insegna il sacrifico, l'impegno, il lavoro, il rispetto per gli altri e per se stessi. Successivamente da adulti, il ciclismo ci permette di stare in compagnia, godere della natura senza danneggiarla, trascorrendo momenti di assoluto piacere e relax in essa immersi.
Se cerchiamo su Wikipedia la definizione di ciclismo, questo è ciò che troviamo:
"Il ciclismo è uno sport che consiste nel gareggiare correndo su una bicicletta, ma che viene inteso anche semplicemente come spostamento mediante una bicicletta".
Si tratta di una definizione troppo semplice, che in realtà non dice nulla di ciò che realmente rappresenta. Il ciclismo è competizione, ma spesso non nei confronti degli altri, ma di noi stessi. Il risultato più difficile è quello relativo al miglioramento della nostra stessa prestazione. Della forza di volontà che ogni giorno ci fa crescere, spostando il nostro risultato un po più avanti. E questo non solo quando siamo in bici.
Oggi parliamo di un ragazzo calabrese che da tanti anni va in bici ma che purtroppo lo scorso anno in una granfondo, ha subito un brutto incidente, riportando la frattura del collo del femore. Si chiama Francesco Gatto e sicuramente molti di voi lo conosceranno. Francesco è un ragazzo straordinario con un carattere ed una determinazione eccezionale.
Domenica scorsa ha partecipato alla Grandondo Lombardo, disputata in Sicilia. Ci dice: 
 

"Ieri dopo 11 mesi dal mio terribile infortunio, sono tornato in gara. Era un obiettivo prefissatomi, già dal giorno dopo l'operazione, perché quando vuoi qualcosa e per i motivi che sappiamo, la puoi gustare solo a metà, ti resta oltre al dolore per le sofferenze, anche l'amaro in bocca".

 
La sfida lanciata da Francesco è quindi in primo luogo con se stesso, ritrovando la forza e la grinta per fare una bella gara, superando la tensione e quella maledetta curva.
Francesco inoltre dice:

"Ringrazio di cuore tutte le persone che mi sono state vicine moralmente e fisicamente in quel bruttissimo momento e a rimettermi in sesto. Un grazie va Francesco Miceli (Presindente della mia ASD) e a tutta la squadra che mi hanno dato fiducia ed hanno creduto in me accogliendomi a braccia aperte."


Noi siamo felici di aver ritrovato un grande ciclista calabrese, così come siamo felici di poter raccontare ogni giorno delle storie a lieto fine come questa.

 

Articolo: Caterina Arco

Letto 6239 volte Ultima modifica il Venerdì, 19 Aprile 2013 09:32
Caterina Arco

Dopo aver praticato atletica leggera per molti anni, ottenendo risultati di prestigio a livello nazionale, ho "scoperto" il ciclismo. Da subito mi sono appassionata a questo questo meraviglioso sport, che attualmente pratico con entusiamo. Ho accettato l'incarico di corrispondente per la provincia di Reggio Calabria, in quanto voglio dare il mio contributo alla crescita del ciclismo nella nostra regione...

Devi effettuare il login per inviare commenti

Ultime Notizie