Il nuovo sito della Federazione Ciclistica Italiana Comitato Regionale - La Voce del Ciclismo in Calabria

velosystem home

Lunedì, 06 Maggio 2013 15:54

Il CSI collabora con la FCI per il ciclismo giovanile

Vota questo articolo
(0 Voti)
Pino Neto prepara una bambina alla gimkana Pino Neto prepara una bambina alla gimkana

Il Centro Sportivo Italiano (CSI) é un’associazione senza scopo di lucro, fondata sul volontariato, che promuove lo sport come momento di educazione, di crescita, di impegno e di aggregazione sociale, ispirandosi alla visione cristiana dell’uomo e della storia nel servizio alle persone e al territorio. Per il secondo anno consecutivo, il CSI grazie ad un protocollo di intesa con la FCI ed la Reggio Cycling Team (società affiliata alla Federazione Ciclistica Italiana ), organizza il Gimkana Tour. Si tratta di una serie di iniziative e gimkane rivolte ai giovanissimi, che si svolgono sul territorio regionale. Sono previste nella città di Reggio Calabria varie tappe, intitolate "Gimkana Tour", ciascuna delle quali è organizzata nelle piazze delle Parrocchie con i bambini di Gallina, Arangea, Cannavo, Lazzaro, e con finale a Piazza Duomo il 15 Giugno. A Gallina, il 4 maggio, c'erno circa 80 ragazzini dai più piccolini fino a 12 anni.
L'interesse principale è quello di far avvicinare al ciclismo sia i bambini, ma anche i genitori, insegnando la cultura dello sport e dell'educazione stradale. I primi ad attivarsi in tal senso sono stati Pino Neto e Sergio Laganà, insieme ad un pool di collaboratori, i quali hanno tesserato diversi giovanissimi nella città di Reggio Calabria. Anche le altre province hanno programmato diverse attività legate al settore giovanile, che attualmente è in forte crescita. In tali eventi, si insegna ai giovani il modo corretto di andare in bici, sviluppando le giusta coordinazione ed abilità nella guida del mezzo. Le prove da superare sono particolari e divertenti: il dosso, lo slalom tra i birilli, il passaggio sotto l'asticela, suonare la campanella, passare attraverso unala strettoia, imbucare la pallina, guidare la bici com una sola mano. Per quanto riguarda le prove contro il tempo, c'è il giro cronometrato. Ad ogni errore si aggiunge una penalità. In questo modo ciascun bambino, difronte ai vari ostacoli, dimostra la capacità di saper guidare la bici. L'obiettivo è quello di commettere il minor numero di errori e completare la Gimkana nel minor tempo possibile. Normalmente sono previsti due giri, ed il tempo viene rilevato su quello migliore.
La nostra corrispondente Caterina Arco, che ha curato il servizio, segue da molti anni i giovani e lo sport, e ci confida che il lavoro svolto da queste persone nel ciclismo è encomiabile, ed è grazie al loro lavoro se si vedono i primi risultati.
Ci spiega il vicepresidente Cariati:

"è nostro compito la formazione di nuove leve che saranno i campioni del domani. Un ciclismo senza giovani non può esistere. Bisogna creare le condizioni perchè tutto questo sia possibile. Ringrazio personalmente Neto, Laganà, Latella, Licursi, Porto e Procopio per l'impegno profuso nel portare avanti questa tipologia di iniziative. La svolta del ciclismo in Calabria parte anche da questo."

[Guarda in basso le foto]

 

Fonte: Caterina Arco

Letto 8262 volte Ultima modifica il Martedì, 07 Maggio 2013 09:25
Francesco Giordano

DCI per scelta e per passione, collaboro attivamente con Società Ciclistiche e Comitati organizzatori per la realizzazione di manifestazioni ciclistiche in ambito interregionale.
Nella vita lavorativa sono un Front-end WD.
Per conto del Comitato Regione Calabria FCI, seguo la Comunicazione ed il Marketing delle attività svolte nella nostra regione.
Datemi due ruote e vi solleverò il mondo...

Devi effettuare il login per inviare commenti

Ultime Notizie