Il nuovo sito della Federazione Ciclistica Italiana Comitato Regionale - La Voce del Ciclismo in Calabria

velosystem home

Mercoledì, 01 Maggio 2013 17:07

Lofaro vince a Scilla

Vota questo articolo
(0 Voti)
Salvatore Lofaro Salvatore Lofaro

Scilla, le cui origini del nome potrebbero probabilmente significare "scoglio", è un'antichissima località calabrese, la cui nascita è confusa tra mitologia, storia, leggenda e poetiche immagini alimentate per millenni dalla suggestività dell'ambiente naturale, oggi sede di una importante manifestazione ciclistica, dove hanno corso tanti nostri atleti FCI. Si tratta del "20° Trofeo Ciclistico Città di Scilla", svoltosi su un percorso tanto tecnico, quanto insidioso, che non ha elemosinato forti emozioni, sia ai ciclisti che agli spettatori.

Scilla

Lo spettacolo paesaggistico mozzafiato, unito al grande numero di partenti (più di 120), ha regalato in questa prima giornata di maggio, un momento di puro divertimento per gli amanti delle due ruote. Per noi, era presente Caterina Arco, che oltre a gareggiare, ottenendo anche un bel risultato (si è classificata prima nella categoria femminile), ha realizzato il servizio per federciclismocalabria.com. La gara ha visto nella prima parte una salita lunga diversi km, molto impegnativa che ha frazionato inesorabilmente il gruppo, rimanendo davanti in totale circa 50 ciclisti. Nella successiva discesa però si è giocata la gara in maniera definitiva, in quanto ha tagliato fuori tutti quegli atleti che non potevano vantare doti da discesista. Il resto è stato una passerella trionfale del vincitore verso il traguardo. La vittoria è andata al reggino Lofaro Salvatore (Team Randazzo). Al secondo posto Chiodo Salvatore (Cicli Ilario) chiude il terzo gradino del podio Rubino Massimo (Team Rubino Pappalardo Augusta). Lofaro, è un ragazzo di 29 anni, con un trascorso giovanile nelle categorie dilettantistiche. Attualmente è un inferiere professionale, lavoro che svolge con grande passione al servizio del prossimo. Dopo la gara ha risposto alle nostre domande, ringraziando in primo luogo la sua ragazza Anna Drommi, il papà Giuseppe e l'amico Sergio Laganà. Gli chiediamo com'è andata la gara:

"Abbiamo preso la salita e sul forcing di Chiodo siamo rimasti davanti in 5, mentre dietro a pochi secondi il resto del gruppo ci inseguiva. Gli uomini nel gruppetto davanti oltre a me, erano: Chiodo, Rubino, Sicari e Parrelo. E' stata dura perchè l'andatura in salita era davvero molto sostenuta. Il GPM è stato vinto da Chiodo. Allo scollinamento, ho preso la discesa davanti, attaccando gi avversari su un terreno che ritenevo a me congeniale. Ho spinto tanto, finche al termine della discesa, avevo 1 minuto e 40 secondi di vantaggio sui compagni di fuga. Il resto è stata una lunga volata fino al traguardo."

Letto 7660 volte Ultima modifica il Mercoledì, 01 Maggio 2013 18:13
Caterina Arco

Dopo aver praticato atletica leggera per molti anni, ottenendo risultati di prestigio a livello nazionale, ho "scoperto" il ciclismo. Da subito mi sono appassionata a questo questo meraviglioso sport, che attualmente pratico con entusiamo. Ho accettato l'incarico di corrispondente per la provincia di Reggio Calabria, in quanto voglio dare il mio contributo alla crescita del ciclismo nella nostra regione...

Devi effettuare il login per inviare commenti

Ultime Notizie